logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Santorso

Provincia Vicenza - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Novembre  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30    
       

Abuso edilizio

Descrizione del procedimento
Si può parlare di abuso edilizio quando un intervento, di valore edilizio – urbanistico, viene realizzato in assenza, o in difformità, di una preventiva autorizzazione edilizia, ossia di un permesso di costruire o di una denuncia di inizio attività.
Generalmente l'abuso viene rilevato a seguito di segnalazione da parte dei cittadini al Settore Edilizia Privata, mediante la modulistica predisposta dall’ufficio, o alla Polizia Locale “Alto Vicentino” di Schio.
Dopo la segnalazione di abuso e gli accertamenti sul posto, viene avviato il procedimento amministrativo nei confronti dei soggetti responsabili (proprietario, direttore lavori, impresa costruttrice, eventuali altri esecutori delle opere).
Se i lavori sono in corso di realizzazione viene formalizzata in via preventiva l'ordinanza di sospensione lavori. Successivamente, viene effettuata l’istruttoria della pratica di abuso edilizio che porterà quindi all’emissione del provvedimento finale (ingiunzione di demolizione / ripristino), sanzione pecuniaria, ecc.).
Se l'intervento edilizio è sanabile l'interessato può presentare domanda di sanatoria. La domanda di sanatoria segue l'iter dei progetti edilizi ed è di competenza del Settore Edilizia Privata, previa acquisizione dei vari pareri, nulla – osta od autorizzazioni di altri enti interessati.
Documentazione da presentare
La segnalazione di abuso va redatta in carta semplice su modulistica predisposta dall’ufficio.
La domanda di sanatoria segue le stesse modalità previste per i progetti provvedendo alla presentazione della documentazione richiesta a seconda del tipo di intervento realizzato.

Tempi
In seguito al verbale di accertamento di abuso edilizio il procedimento viene avviato entro tempi brevi (pochi giorni), assegnando 30 giorni agli interessati per presentare memorie scritte, documentazione o pratiche edilizie. Successivamente viene emessa l’ordinanza di sospensione, se necessaria, o altri eventuali atti amministrativi in relazione al tipo di abuso edilizio. La tempistica di un abuso edilizio è strettamente correlata alla tipologia di abuso edilizio.
Sanzioni
Le sanzioni sono determinate in base alla tipologia di abuso commesso e si possono così sintetizzare:
la demolizione della costruzione irregolare e la rimessa in ripristino dello stato dei luoghi;
acquisizione al patrimonio comunale in caso di non avvenuta demolizione;
il pagamento, in alternativa alla demolizione, di una sanzione amministrativa pecuniaria commisurata all'entità dell'abuso o all'incremento del valore venale del bene;
in caso di mancata dichiarazione di inizio attività o in difformità alla dichiarazione, la sanzione pecuniaria è pari al doppio dell'aumento del valore venale dell'immobile conseguente alla realizzazione degli interventi stessi e comunque di importo non inferiore a euro 516,00;
nel caso in cui è possibile ottenere la sanatoria dell'intervento abusivo esso è subordinato al pagamento, del contributo di costruzione in misura doppia.
Il tipo di sanzione amministrativa e l’importo della stessa vengono in ogni caso calcolate dall’Ufficio Edilizia Privata in base all’abuso, alla destinazione d’uso ed alla sanabilità o meno dello stesso.
In alcuni casi, oltre alle sanzioni amministrative e pecuniarie, i responsabili delle opere irregolari sono soggetti anche a sanzioni penali.

Normativa di riferimento
Legge 28 febbraio 1985 n. 47 "Norme in materia di controllo dell'attività urbanistica-edilizia, sanzioni, recupero e sanatoria delle opere edilizie";
D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380 "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia";
Legge Regionale 27 giugno 1985 n. 61, articoli 89-100, "Norme per l'assetto e l'uso del territorio".
articolo 28 del Regolamento Edilizio Comunale.

 

MODULISTICA

Segnalazione di presunta violazione delle normative urbanistico-edilizie


CONTATTI
Tel. 0445 649520
Mail edilizia.privata@comune.santorso.vi.it

Piazza A. Moro, 8
P.Iva IT 00280750241
fax 0445 649513 PEC: santorso.vi@cert.ip-veneto.net