logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Santorso

Provincia Vicenza - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Settembre  2021 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30    
       

Comunicato

Comunicato

Comune:

Santorso

Data:

15/11/2012 11:24

Oggetto:

Villa Miari, conferenza internazionale e convegno pubblico

Descrizione:

Tre giorni per studiare, approfondire, confrontarsi, dibattere di riabilitazione neurocognitiva. È quanto sta avvenendo in questi giorni a Villa Miari di Santorso con il convegno internazionale "Osservare l'azione... progettare l'esercizio" promosso dal Centro Studi di riabilitazione neurocognitiva fondato dal prof. Carlo Cesare Perfetti.

 

Il Centro studi sviluppa da anni attività di ricerca, studio e formazione a partire dalla teoria neurocognitiva della riabilitazione introdotta dal prof. Perfetti. In tale prospettiva è una realtà scientifica autonoma e separata rispetto al Corso di laurea di fisioterapia attivata sempre all'interno del complesso di Villa Miari.

 

Il convegno internazionale iniziato ieri (giovedì 14 novembre) prevede la partecipazione di docenti da tutta Italia e anche dall'Europa. Gli iscritti a partecipare sono quasi 150 tra professionisti e studenti.

 

«L'appuntamento 2012 - spiega Franca Panté, direttore scientifico del Centro - continua il percorso di studio intrapreso dal Centro studi negli ultimi due anni e parte dalle considerazioni che ogni azione fa parte della storia del soggetto che agisce, che lo studio della conoscenza deve partire dalla concretezza del conoscere, che l'esercizio è un'azione artificiale. L'obiettivo del convegno è sviluppare il significato dell'osservazione dell'azione del malato in funzione della progettazione dell'esercizio.Il processo cognitivo del confronto si è rivelato uno strumento fondamentale all'interno dell'osservazione e costituirà il tema che verrà sviluppato e analizzato dai diversi studiosi».

Nel corso delle tre giornate di lavori si puntualizza il significato dell'osservazione dell'azione nella sua complessità (prima giornata), si mettono in evidenza gli elementi dell'azione umana dai punti di vista neuropsicologico e neurofisiologico (seconda giornata) e svilupperà un dialogo tra scienziati di base, ricercatori e riabilitatori sul tema dell'azione come intenzione dove il confronto rappresenta l'elemento base per l'elaborazione della rappresentazione dell'azione stessa (terza giornata).

 

Venerdì sera con inizio alle 20.30 al Cinema teatro del Centro giovanile di Santorso sarà inoltre proposta anche a tutta la cittadinanza una sera culturale durante la quale sarà presentato il libro fotografico "Mano… Mano morta? La mano, l’uomo, la storia" realizzato dal prof. Carlo Perfetti e dal fotografo Giovanni Giannarelli. Il libro parte dalla constatazione che la mano sente, pensa, vede, prova, conosce il mondo che la circonda. Rappresenta assieme alla mente un'unità per interagire con il mondo. Ma nella nostra epoca le caratteristiche conoscitive della mano si sono andate sempre più riducendo. I compiti motori sono divenuti sempre più elementari. Ma questa semplificazione delle operazioni della mano comporta anche una semplificazione delle operazioni della mente.

 

Attraverso immagini, testi, musica e riflessioni verrà presentato il percorso proposto dal volume che al centro ha la domanda che ne consegue: "Ma se la mano è morta, che ne sarà dell’uomo… e della sua mente?"

Santorso, 15 novembre 2012

Piazza A. Moro, 8
P.Iva IT 00280750241
fax 0445 649513 PEC: santorso.vi@cert.ip-veneto.net